LA SCOSSA

 

Dai voce a tacite labbra,

al fiato recente,

a sillabe stese.

 

Esterni flussi arginati,

acclami domani espugnati,

celebri chimere dense.

 

Eserciti consonanti migranti,

scovi vocali mimetizzate,

alfabeti antenati o ideati.

 

Reclami il diritto e la curva

e inneggi bandiere scosse.

Verseggia i miei sassi,

 

sciogli le nubi

e diventiamo corrente.

Comments are closed.